Santa Maria a Vico – Plauso da ogni parte per la Settimana della Cultura

vicus news

Santa Maria a Vico polo culturale in Valle di Suessola. Plauso da ogni parte per la Settimana della Cultura.
Una profusione di reazioni e commenti positivi per l’ottima riuscita della seconda edizione della Settimana della Cultura a Santa Maria a Vico, a prescindere dai colori politici e dalla provenienza, tutti hanno plaudito a un progetto in cui ha creduto non solo l’Amministrazione Comunale e l’Assessorato alla Cultura ma anche i tanti che vi hanno lavorato e partecipato.

“Un successo che ci carica di una “responsabilità” in più, ovvero, dimostrare che Santa Maria a Vico può essere competitiva anche nel settore turistico-culturale, auspicando che la valorizzazione del patrimonio artistico sia occasione di sviluppo per la nostra città. Sono sicuro – dichiara il sindaco Andrea Pirozzi – che il turismo, nei prossimi anni, avrà un incremento significativo, sulla scia del positivo trend fatto registrare quest’anno, e il nostro impegno è quello di non deludere le aspettative di chi sceglie la nostra cittadina spinto non soltanto dalla curiosità di godere della storia del nostro immenso e suggestivo patrimonio artistico e culturale ma anche di una variegata offerta turistica, dal punto di vista climatico, enogastronomico e paesaggistico, che questa città è in grado di garantire”.

L’assessore alla Cultura Michele Nuzzo ribadisce la soddisfazione sua personale e dell’Amministrazione Comunale per “il costante successo di pubblico registrato dagli appuntamenti del cartellone programmato dal direttore artistico, il prof. Mario Campanino, con il supporto dell’ avv. Pasquale Onorati e dall’arch. Fabio Campagnuolo, che ha saputo incastrare momenti, proposte ed eventi diversi e di qualità che hanno favorito occasioni di crescita culturale e senso di appartenenza a una cultura locale fondata su solide radici. Oltre 20 gli appuntamenti di arte, musica, storia e tradizioni locali, scienza, teatro, poesia e letteratura, architettura, enogastronomia: un programma stilato con la collaborazione delle realtà culturali del territorio locale e regionale, abbiamo coinvolto il mondo dell’associazionismo sociale e culturale, la scuola, gli enti religiosi, gli artisti e gli esponenti del mondo della cultura, tanti gli eventi rivolti ai bambini. Abbiamo portato l’arte e la cultura, nelle piazze e nelle strade della nostra Santa Maria a Vico, perché tutti possano conoscerla e apprezzarla. Un grazie a chi ha lavorato con noi, ma consentitemi un grazie speciale agli abitanti del Borgo Maielli, non solo per la collaborazione, ma soprattutto per l’ospitalità, la gioia e la grande forza che hanno messo nel trasformare la loro suggestiva borgata nel “Borgo dell’amore”.

La manifestazione conclusiva è stata arricchita dal Premio La Mia Appia, ideato dall’Arch. Fabio Campagnuolo Sezione “Interventi edilizi eseguiti da privati”, con la premiazione del miglior intervento sulle facciate della via Appia. “Una delle parole chiavi di questa seconda edizione della Settimana della Cultura è senz’altro “talento”. – così il direttore artistico Mario Campanino – La ricchezza del programma realizzato ha permesso, infatti, non solo di mostrare alla nostra cittadinanza i più grandi talenti culturali del passato, quelli già universalmente riconosciuti, ma anche di portare alla luce i grandi talenti locali che nel campo della musica, dell’architettura, della letteratura e in molti altri stanno contribuendo allo sviluppo di una cultura locale ‘alta’”.

Alla Settimana della Cultura seguiranno molti altri eventi già programmati dall’Amministrazione Comunale per i prossimi mesi, che copriranno l’intero anno sino alla fine del prossimo maggio.